La lingua finlandese

Storia della lingua finlandese

Storia lingua finlandeseIl Finlandese è una lingua unica, come poche altre nel mondo: pur essendo una lingua europea dal punto di vista geografico, non è una lingua scandinava né fa parte del ceppo della lingue indoeuropee; appartiene invece alla famiglia linguistica ugrofinnica che si divide nel ramo comprendente, oltre al finlandese, l'estone e un numero di altre lingue di origine finnica, e nel ramo a cui appartiene l'ungherese, la lingua decisamente più parlata fra quelle del gruppo urico, ma che poco ha in comune con il finlandese. Le origini sono le stesse del samoiedo e delle lingue diffuse nel bacino del Volga. Alcuni linguisti inoltre hanno evidenziato qualche attinenza tra la grammatica coreana e quella finlandese. Nel paese ci sono ovviamente anche una serie di dialetti secondari, facilmente comprensibili gli uni dagli altri, distinti più da variazioni nella pronuncia che da "regole" vere e proprie, tanto che nella maggior parte dei casi si può parlare più di "varietà di accenti" che di reali dialetti. Quelli occidentali sono parlati in Finlandia, Satakunta, Ostrobothnia, Tavostia ed in Lapponia; quelli orientali sono parlati in Savo, in Karelia del sud e in Ingria.

La primissima comparsa del finlandese si fa risalire presumibilmente intorno al primo secolo, quando il nucleo delle lingue baltiche di Finnic, da cui la lingua finlandese moderna si è evoluta, si frammentò, dando origine ai diversi gruppi idiomatici. La lingua scritta ha subito le influenze dello svedese, del tedesco e del latino. A Mikael Agricola, vescovo finlandese della città di Turku, si deve la nascita della prima opera scritta in lingua finlandese. Agricola è stato per la cultura finnica ciò che Lutero ha rappresentato per la cultura germanica: tradusse infatti il Nuovo Testamento nella lingua del popolo e mise per iscritto il primo alfabeto. Da allora l?opera di Mikael Agricola costituisce il più importante fondamento della lingua e della cultura nazionale finlandese, nonostante i numerosi cambiamenti che la lingua scritta ha subito nel corso dei secoli. Il finlandese ha un vocabolario di difficile comprensione per un non nativo, proprio perché sono poche le lingue ad esso collegate. Prevede 15 casi per i sostantivi e almeno 160 coniugazioni e declinazioni per le forme verbali. Possiede molte parole mutuate dalle lingue baltiche, slave e germaniche soprattutto, e dall?inglese il cui contributo è da ascriversi più che a ragioni di interazione sociale ad un fattore puramente culturale (musica, cinema, internet) oltre che al fenomeno di globalizzazione dell?economia che ha portato una rapida diffusione dell?inglese, così come in altri paesi d?Europa. Se siete degli appassionati ed il finlandese attira la vostra curiosità sappiate che sono molti gli strumenti attraverso i quali oggi è possibile apprendere i rudimenti della lingua finlandese. In primo luogo le risorse sulla Rete che possono fornirvi le lezioni di base, di comprensione e di vocabolario, come pure validi strumenti interattivi oltre ai tradizionali corsi di lingue. 

Ultimi articoli

Argomenti correlati

Argomenti più letti

Voli economici per la Finlandia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...